Seleziona una pagina

THE FAYRFAX CAROL

per coro misto a cappella (1997)

di Thomas Adès

The Fayrfax Carol non è solo un piccolo gioiello, di raffinata fattura musicale, ma un brano che, per la scelta del testo letterario, invita l’ascoltatore ad una riflessione che va oltre un’abituale e rassicurante considerazione sulla natività di Cristo.

Il testo è quello di un’antica ninna nanna natalizia di autore anonimo, contenuta nel Fayrfax Manuscript. Una raccolta di musiche britanniche, risalente al 1505 circa, alla quale appartengono antiche carols polifoniche a 3-4 voci.

“Ah, my dear son“, The Fayrfax Manuscript

Nel testo scelto da Adès, il poeta racconta di aver sognato un dialogo tra i membri della Sacra Famiglia. Maria e Giuseppe lamentano gli stenti che deve sopportare il piccolo nato; ma il fanciullo ricorda ai genitori le loro umili origini. Inoltre, ribadisce che il suo destino è quello di morire sulla croce, come da volontà di Dio Padre. Una carola insolita, che prospetta la sorte di Gesù. Il suo futuro proiettato verso la passione e il martirio. Un collegamento concettuale, insomma, tra l’immagine del Divin Fanciullo e quella dell’Ecce Homo.

Sotto l’aspetto musicale, The Fayrfax Carol si presenta come l’alternanza di due motivi. Il primo è quello di una ninna nanna. Una dolce – e un po’ malinconica – melodia. Salti discendenti di sesta e di settima, che circolano tra le varie sezioni vocali, in un delicato contesto armonico. Sono le parole che Maria canta ripetutamente al suo Figliolo. Diventano una specie di refrain.

estratto n.1, da The Fayrfax Carol (1997)

Il secondo motivo è invece caratterizzato da un ripetuto balzo ascendente di settima minore, in ritmo pastorale.

estratto n.2, da The Fayrfax Carol (1997)

Questo tema secondario introduce, di volta in volta, le immagini più forti e cariche di emozione, come quella angosciosa della prefigurazione del Calvario.

estratto n.3, da The Fayrfax Carol (1997)

Il brano si chiude con la ripresa omoritmica e rallentata del refrain e una tenera cadenza conclusiva.

estratto n.4, da The Fayrfax Carol (1997)

Adès ha composto The Fayrfax Carol su commissione del coro del King’s College di Cambridge. Lo stesso coro ha eseguito per la prima volta il pezzo, in occasione della  Veglia del Natale (24 Dicembre 1997), sotto la direzione di Stephen Cleobury.



Thomas Adès, The Fayrfax Carol (1997), per coro misto a cappella

estratto n.1, da The Fayrfax Carol (1997)
estratto n.2, da The Fayrfax Carol (1997)
estratto n.3, da The Fayrfax Carol (1997)
estratto n.4, da The Fayrfax Carol (1997)